Andrea Ragusa

Curriculum vitae et studiorum

Andrea Ragusa (1974), ha indirizzato i suoi interessi di ricerca sulla storia delle idee e delle culture politiche, dei rapporti tra cultura e politica, sul ruolo degli intellettuali nella storia italiana ed europea, con particolare attenzione al secondo dopoguerra. Successivamente ai temi della comunicazione politica e delle politiche per i beni culturali.

Nel gennaio 1999 è stato Visiting Fellow presso l’ “Institut zur Erforschung der Europaischen Arbeiterbewegung” della Ruhr Universitat di Bochum sotto la direzione di Klaus Tenfelde.
Nel febbraio-marzo 2000 è stato Visiting Fellow presso l’Institut d’Histoire du Temps Present di Parigi sotto la direzione di Michel Trebitsch.
Nell’ottobre 1999 è stato ammesso al corso di dottorato di ricerca in “Teoria e storia della modernizzazione e del cambiamento sociale in età contemporanea” presso l’Università di Siena.

Nel novembre 2004 ha conseguito l’idoneità come Professore Associato nel settore M-STO/04 (Storia Contemporanea) e dall’ottobre 2005 è incaricato dell’insegnamento di Storia del Movimento Sindacale.

Ha all’attivo la partecipazione a convegni nazionali ed internazionali (in particolare socio dell’International Society for Intellectual History, rappresentante della Fondazione di Studi Storici “Filippo Turati” all’interno della Conferenza Internazionale degli Storici del movimento operaio di Linz e della IHALI); il coordinamento scientifico ed organizzativo di convegni nazionali tra il 2008 ed il 2010, ed il coordinamento del Progetto di ricerca Giuseppe Garibaldi tra storia e mito, finanziato con fondi PAR dell’Università di Siena, oltre alla partecipazione al Progetto di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale coordinato dal Professor Maurizio Degl’Innocenti Politiche pubbliche e sviluppo negli anni del centro-sinistra, finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica nell’anno 2005.

E’ coordinatore della redazione senese della rivista “Storia e Futuro” e collabora alle riviste “Italia Contemporanea” e “Contemporanea”.

Condividi:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • FriendFeed
  • Twitter
  • email
  • PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *